Il tuo internet banking cambia volto

Nuova grafica e un'esperienza d'uso migliorata!

Ho capito

Approvati gli schemi di bilancio al 31 dicembre 2021

11/02/22

Utile netto a 14,1 milioni di euro (+108,2%), indicatori solidi

 

Il Consiglio di Amministrazione CiviBank ha approvato oggi, venerdì 12 febbraio 2022, gli schemi di bilancio al 31 dicembre 2021. Si conferma il trend positivo della Banca, con risultati e indicatori molto positivi:

  • utile netto a 14,1 milioni di euro (+108,2%)
  • 773 milioni di euro di nuovi finanziamenti a favore dell'economia locale
  • rafforzamento ulteriore della solidità patrimoniale: common equity tier1 ratio al 16,4%
  • continua la riduzione dei crediti deteriorati rispetto a dicembre 2020; coverage dei non performing loans (NPL) al 51,1%
  • 5,3 milioni di euro di contribuzioni al fondo si risoluzione.

Per quanto riguarda l’utile netto si tratta del miglior risultato in 135 anni di storia della banca (dopo il 2015 quando ci fu l’utile straordinario della cessione ICBPI).


Nuovi finanziamenti alle imprese e alle famiglie del territorio per 773 milioni di euro (+16,9% rispetto al 2020) a testimonianza del ruolo determinante per il supporto all’economia locale. Si tratta, nello specifico, di 267 milioni di nuovi finanziamenti alle famiglie e di 506 milioni di euro in nuove erogazioni alle imprese (di cui 131 milioni assistiti da garanzie statali).


In costante calo il credito deteriorato che, unitamente al mantenimento di importanti coperture dei crediti non-perfoming in portafoglio, ha contribuito al complessivo miglioramento della qualità del credito della Banca.


Le masse amministrate da Civibank salgono a 7.844 milioni di euro (pari al 22% del PIL della Regione Friuli Venezia Giulia). 
Il CET1 ratio sale al 16,4%, anche per effetto dell’operazione di rafforzamento patrimoniale conclusasi nel secondo semestre del 2021. L’elevata solidità patrimoniale della banca è il presupposto per continuare il percorso di ulteriore forte crescita intrapreso.




 

go to top