TI TROVI: / Povoletto: la Banca Popolare di Cividale ha rinnovato la propria filiale
07 MARZO 2018

Povoletto: la Banca Popolare di Cividale ha rinnovato la propria filiale

Affollata  cerimonia inaugurale

La ristrutturazione rientra nel piano di rinnovo della rete commerciale

 

CIVIDALE – Una radicale trasformazione dei locali interni ha interessato l’agenzia di Povoletto nella centrale piazza Libertà. Una ristrutturazione che rientra nel piano di ammodernamento di buona parte della rete commerciale dell’istituto di credito richiesto dall’evoluzione del sistema bancario e dai nuovi ruoli affidati agli sportelli  nei confronti di una clientela sempre più evoluta. I rinnovati locali dell’agenzia sono stati inaugurati  presenza della presidente dell’Istituto Michela Del Piero e del sindaco Andrea Romito. Presenti inoltre i due vicepresidenti della banca Andrea Stedile e Guglielmo Pelizzo, il direttore generale Federico Fabbro con altri esponenti della direzione. Le benedizione dei nuovi locali è stata impartita dal parroco don Luigi Gloazzo. Oltre 150 gli ospiti intervenuti all’evento che è stato pure l’occasione per il primo cittadino e dello stesso parroco di richiamare il ruolo svolto dall’agenzia bancaria nel contesto della comunità locale quale essenziale presidio creditizio.

In particolare, la filiale di Povoletto, ora diretta da Gianni Vanone,  può considerasi ‘storica’ per la banca cividalese che s’insediò  nel lontano 1982 nella frazione di Salt, sportello trasferito successivamente - proprio 31 anni fa (era il febbraio 1987) - nell’attuale sede al civico 4 di piazza Libertà. Un edificio di proprietà che si sviluppa su tre piani, oltre allo scantinato,  per un superficie complessiva che supera i 400 mq. e che sorge proprio di fronte al municipio. Ora l’immobile ha subito un profondo make-up interno con l’obiettivo di rendere l’agenzia più accogliente e maggiormente improntata alla consulenza con soluzioni moderne sia in termini di mobilio che di impianti. E’ stata pure creata una self-area riservata per consentire di svolgere le operazioni di bancomat e cassa continua in tutta sicurezza ed è stata anche eliminata una piccola barriera architettonica.

Il rinnovo di pavimenti e controsoffitti  consentono un perfetto isolamento termo-acustico, mentre le nuove pareti divisorie vetrate rendono più arioso e funzionale l’ambiente interno con una notevole insonorizzazione degli uffici al fine di garantire assoluta riservatezza. L’aggiornamento dell’impianto elettrico, poi, comporta un significativo risparmio energetico anche per l’utilizzo di corpi illuminanti con plafoniere a tecnologia led. Tutti i materiali utilizzati sono atossici ed ecocompatibili. E’ stato inoltre rivisto il sistema d’ingresso in filiale attraverso la sostituzione della tradizionale ‘bussola’ con un serramento scorrevole.

La banca cividalese, con i suoi 131 anni di storia,  oltre 16 mila soci-azionisti, 600 dipendenti che operano tra la sede centrale e le 67 agenzie dislocate i sette province del Nordest, “è l’unico istituto di credito rimasto autonomo in Friuli Venezia Giulia e intende continuare a svolgere sul territorio in cui opera il proprio ruolo di ‘banca di prossimità’ particolarmente attenta alle famiglie e alle piccole imprese, da sempre capisaldi dell’economia locale. Gli interventi di adeguamento delle agenzie alle mutate esigenze dell’utenza rientrano in tale strategia”, ha sottolineato la presidente Del Piero.

 

 
Stampa la pagina
Twitter
Like Facebook
Google Plus