TI TROVI: / Premiazione campionato automobilistico Fvg trofeo CiviBank
01 MARZO 2019

Premiazione campionato automobilistico Fvg trofeo CiviBank

Si rinnova domenica 03 marzo 2019 alle ore 16.30 presso la Villa de Claricini Dornpacher di Bottenicco a Moimacco (UD) la premiazione della 36^ edizione del Campionato Automobilistico del Friuli Venezia Giulia 2018-Trofeo Civibank e la presentazione dell’edizione 2019 per le quali hanno già annunciato la loro presenza, tra gli altri, il noto costruttore di F1 Giancarlo Minardi, oggi anche presidente della Commissione sportiva dell’ACI Velocità in circuito, l’onorevole Roberto Novelli, l’assessore regionale Cultura e Sport Tiziana Gibelli in rappresentanza della Giunta Regionale, il presidente di Confartigianato Imprese FVG Graziano Tilatti,  il consigliere regionale Elia Miani, il presidente dell’AC di Pordenone Corrado Della Mattia, l’atleta olimpionico di salto in alto e delegato provinciale del CONI Alessandro Talotti, la pluricampionessa italiana di rally Anna Andreussi e Sergio  Paroni per Civibank oltre  al presidente della Fondazione de Claricini Oldino Cernoia. A fare gli onori di casa, la presidente degli Automobile Club regionali Cristina Pagliara per la Delegazione regionale FVG di Aci sport organizzatrice della manifestazione.

Il Campionato, unico nel suo genere, è rivolto a tutti i licenziati sportivi della regione che possono acquisire punteggi con la partecipazione a gare svolte in qualsiasi parte del mondo ed ha visto la partecipazione di ben 135 iscritti tra tutte le specialità dello sport automobilistico. Saranno quindi ben 56 i premiati tra cui le prime tre posizioni della classifica assoluta; i primi 10 classificati delle specialità conduttori rally, navigatori auto moderne e storiche, velocità; le prime cinque posizioni della specialità velocità/rally auto storiche; le prime tre posizioni delle categorie femminile, scuderie, under 23 e della specialità regolarità.

Quando manca ancora un giorno alla scadenza del termine per la verifica dei punteggi ma i giochi per le prime posizioni sono ormai fatti, ai vertici della classifica assoluta, data dalla somma di punti fra più specialità, troviamo il navigatore Denis Piceno che con 12 gare portate a termine in Italia, Austria, Croazia e Slovenia, la vittoria dell’Alpe Adria Trophy e numerose vittorie di classe raccoglie 162,5 punti e si aggiudica il Trofeo messo in palio dalla Banca di Cividale e la vittoria tra i navigatori, precedendo Sonia Borghese, la quale conquista anche la vittoria nel femminile, e Andrea Prizzon.

Secondo nell’assoluta, staccato di solo 2,25 lunghezze, si piazza il pilota di auto storiche Rino Muradore della Scuderia Red White che ha preso punti in 7 gare tra quelle di velocità in salita e rally, ottenendo una vittoria assoluta per ciascuna specialità, con la partecipazione alla Mitropa Historic Cup ed al Campionato Central European Zone Historic in Italia, Austria, Croazia, Slovenia, Ungheria e Germania. Nella classifica velocità rally auto storiche il secondo gradino del podio viene conquistato dall’inossidabile Pietro Corredig della scuderia ACU Friuli, grazie ai punti delle gare disputate nel campionato europeo dove è giunto terzo assoluto gareggiando in Spagna, Repubblica Ceca, Finlandia, Ungheria e Italia, mentre al terzo posto si insedia il suo collega di scuderia ACU Friuli "Piedone" Paolo De Giacinto con i risultati ottenuti nelle salite di Cividale e Verzegnis ed al Rally Alpi Orientali.

Terzo assoluto il pilota Denis Molinari che, con i colori della scuderia ACU Friuli, ha accumulato 158,8 punti sommandoli nelle due specialità conduttori velocità e conduttori rally auto moderne con la vittoria di classe nelle due gare di velocità in salita di Verzegnis e Cividale e conquistando la seconda posizione di classe al Rally Valli della Carnia ed al Rally del Friuli.

Per quanto riguarda le altre specialità, si sono giocati la vittoria nella velocità i triestini Borrett Federico e Parlato Paolo della Borrett Team Motorsport ed a prevalere è stato il primo partecipando a 12 gare in pista per la Coppa Italia Turismo mentre Parlato si è distinto con 12 partecipazioni e la conquista della seconda posizione nelle classifiche finali del Campionato Italiano Velocità della Montagna e nel TIVM Nord. Terzo nella classifica velocità Denis Molinari di cui si è già detto.

Nella specialità conduttori rally si aggiudica la vittoria Michele Buiatti della Scuderia Friuli 1956 con i punti pesanti, perché valgono il doppio in quanto conquistati in due gare regionali in classi molto affollate, il rally del Friuli Venezia Giulia ed il rally Valli della Carnia, davanti al più volte citato Denis Molinari e Beltrame Gabriele della scuderia Owls Racing Team.

Tra i conduttori della specialità Cross Country rally la fanno da padroni i portacolori della scuderia North East Ideas con Tomasini Andrea, Altoè Alessandro e Vagaggini Mauro che occupano nell’ordine i primi tre gradini del podio.

Nella Regolarità auto storiche e moderne, troviamo tra i primi tre piloti Turchet Gianluca e Valleri Stefano della scuderia Pordenone Corse e Sandrini Alessandro della scuderia Euroracing mentre tra i navigatori  prevale Mezzavilla Gianni davanti Ughetti Corrado e Paliaga Filippo.

Tra le dame, come già detto, conquista la corona d’alloro la navigatrice Sonia Borghese con i punti conquistati in 7 gare al fianco di Pietro Corredig, con il quale si è classificata terza assoluta nell’Europeo storiche, e di Rino Muradore vincendo anche l’assoluta al rally del Casentino; al secondo posto Collini Debora ed al terzo Giorgia Tullio, anch’esse navigatrici.

Nutrita la presenza tra gli under 23 dove al primo posto si è classificato Altoè Alessandro raccogliendo punti nella specialità cross country rally, secondo Santellani Alex nella specialità conduttori rally e terzo Cobessi Alex navigatore auto moderne.

Ai fini della classifica per le Scuderie regionali, prendendo in considerazione i punteggi acquisiti dai primi 4 conduttori di ogni Scuderia classificati nelle specialità conduttori rally, velocità, auto storiche velocità e rally, cross country rally, esclusi navigatori, è emersa la scuderia ACU Friuli di Udine davanti alla Borrett Team di Trieste e la pordenonese North East Ideas

 


 
Stampa la pagina
Twitter
Like Facebook
Google Plus